domenica 5 luglio 2015

L’Arabia Saudita massacra gli sciiti nello Yemen nell’indifferenza della comunità internazionale, di Stefano Zecchinelli

Nello Yemen è in corso un genocidio, eppure i crimini di Casa Saud non indignano la comunità internazionale.
Il silenzio dei mass media occidentali sul genocidio in corso nello Yemen è davvero stupefacente. Per quale motivo un paese democratico – come l’Italia pretende di essere – si rifiuta di denunciare i crimini commessi dall’orrenda dittatura di Casa Saud ? Quali sono gli interessi in ballo?
Un recente attacco hacker al sito del Ministero degli Esteri dell’Arabia Saudita ha sottratto ben 500.000 documenti, rivelando che il 2 maggio scorso è partita da Genova la nave Jolly Cobalto con a bordo container di bombe per aereo MK82 e MK 84 senza esplosivo (classificati quindi come semplici involucri accessori). Il giornalista Luigi Grimaldi su Famiglia Cristiana ha riportato anche una lettera della società Burkan degli Emirati Arabi che descrive il cargo partito dall’Italia il 2 maggio scorso. ( Articolo pubblicato anche nel sito iskrae.eu ).
Le rivelazioni di Grimaldi si fanno ancora più gravi: Secondo Archivio Disarmo, tra le armi esportate nel 2012 all’Arabia Saudita (presidente del consiglio Monti) figurano anche 600 bombe da 2000LB Blu 109 attiva per un valore di 15.600.000 euro, 1.000 bombe 500LB MK82 inerte e 300 bombe 2000LB MK84 inerte per complessivi 8.500.000 di euro, tutte prodotte dalla Rwm Italia. Gran parte della popolazione dello Yemen – circa l’80% secondo l’ONU – è allora esposta ad armi nucleari ed armi chimiche e batteriologiche (come i precedenti attacchi sauditi provano) particolarmente pericolosi. Per Casa Saud il genocidio è una mera opzione politica?
Ecco spiegato, con pochi dati e riferimenti, il motivo del silenzio dei media italiani: il governo del nostro paese – a spregio della Costituzione repubblicana e antifascista – è alleato e socio in affari di una spietata e cinica dittatura. I profitti prima di tutto, la verità – per i nostri governanti, da Monti a Renzi – non conta.
La situazione attuale nello Yemen rende ancora più grave la responsabilità e la collusione dei gruppi dirigenti politici occidentali con la cricca al potere in Arabia Saudita. Le autorità yemenite hanno di recente rivelato che molti cittadini hanno contratto l’Hiv e l’epatite dopo avere utilizzato farmaci provenienti proprio dall’Arabia Saudita. La stessa notizia – ripresa in Italia solo dal sito Il Faro Sul Mondo – è stata confermata dall’ Organizzazione Mondiale della Sanità. I dati sono agghiaccianti: per il momento le vittime ammonterebbero a 4.736 civili.
E l’ISIS?
L’ISIS non sta a guardare e fonda – giusto per tenere il passo – una nuova cellula terroristica, con la sola finalità di massacrare gli sciiti nel Golfo Persico. La lunga mano di Casa Saud è sempre più vicina; ecco chi sono i capi dell’organizzazione criminale:
Turki ben Ali (de nacionalidad bareiní y uno de los teóricos del EIIL), Bandar al-Shaalan (exoficial de los servicios de seguridad saudíes), Abu Bakr Qahtani (mejor conocido como Omar y uno de los tres principales ideológicos del EIIL), Osman Al Nazeh al-Asiri (saudí que se considera uno de los importantes patrocinadores de Daesh) y, por último, Mohammed Emwazi (joven londinense, más conocido como John, que se considera el más famoso verdugo del EIIL por haber decapitado a varios occidentales).
Fonte: http://www.hispantv.com/newsdetail/Oriente-Medio/37311/EIIL-crea-una-celula-para-cometer-un-genocidio-chii
La biografia dei terroristi non ammette repliche: sono tutti sauditi compreso un ex ufficiale, si tratta di killer professionisti addestrati da Bandar bin Sultar, capo dei servizi di spionaggio di Casa Saud, l’uomo che ha fatto dell’Arabia Saudita il centro della rete internazionale del terrore.
E’ di qualche giorno fa la notizia che attribuisce ai takfiri una strage nel centro di Sana, capitale dello Yemen, dove l’esplosione di una bomba ha portato alla morte di 28 persone. La bomba era posizionata davanti alla casa di un leader del movimento di liberazione nazionale Ansarola, Faisal Yiyash. La non casualità di questi avvenimenti è, oltretutto, confermata da un video dell’aprile scorso in cui i takfiri indicano gli sciiti dello Yemen come prossimo obiettivo ( Fonte: http://www.hispantv.com/newsdetail/Yemen/29237/EIIL-confirma-su-presencia-en-Yemen-y-amenaza-a-Ansarola ).
In poche parole, l’ISIS è il giocattolo di Riyad, ma chi sta dietro i sudairi ? Non credo che – ad esempio – le dichiarazioni dell’alto responsabile della ‘’difesa’’ israeliana, in contemporanea coi massacri nello Yemen, Amos Gilad, cadano dal cielo: ‘’ La única amenaza verdadera con la que se enfrenta Israel es un Irán nuclear. Si Irán se convierte en un país nuclear, el Oriente Medio se convertirá en un infierno ya que, desde el momento de que se firme el acuerdo nuclear, se quitará del medio tanto la opción militar como las sanciones contra Irán’’.
L’Iran sarebbe una minaccia secondo questi signori. Eppure Israele continua a sedere sopra ben oltre 200 bombe atomiche. Siamo alle solite, cioè la demonizzazione della Repubblica Islamica dell’Iran e dei movimenti popolari ad essa ricollegati; gli Houthi yemeniti non fanno eccezione.
Ripetiamo la domanda di rito: Cui prodest ? L’ISIS, fino ad ora, uccide solo musulmani sciiti e cristiani, ha recentemente minacciato Hamas a Gaza (anche in questo caso: per conto di chi?), non ritiene il colonialismo israeliano un nemico. Gli analisti seri e coraggiosi (principalmente in America Latina) vedono sempre di più un filo nero che collega il premier israeliano Netanyahu allo sceicco Al Bagdadi. Cosa realmente ha capito di tutto ciò l’opinione pubblica occidentale? Il caos regna sovrano.

http://www.ilfarosulmondo.it/yemen-gli-aiuti-inviati-dallarabia-saudita-sono-infettati-dal-virus-hiv/
http://www.hispantv.com/newsdetail/Energia-Nuclear/37424/Israel-propaga-iranofobia-en-medio-de-dialogos-nucleares
http://hispantv.com/newsdetail/Yemen/37171/Mueren-28-yemenies-en-ataque-con-coche-bomba-de-EIIL
http://www.iskrae.eu/?p=34738L’IS

http://www.linterferenza.info/esteri/larabia-saudita-massacra-gli-sciiti-nello-yemen-nellindifferenza-della-comunita-internazionale/


4 commenti:

  1. Sto seguendo la vicenda dello Yemen e per essermi schierato dalla parte dei piu' deboli, come sempre, dei bambini, delle donne, degli anziani, di tanti uomini innocenti massacrati dall'unico paese al mondo che prende il nome dalla famiglia che lo governa (L'Arabia saudita governata dai Saud) ho ricevuto duri attacchi dalla destra (pro Israele, autore del bombardamento con bomba al neutrino) e dalla sinistra per aver criticato l'atteggiamento del Venezuela in seno al Consiglio di Sicurezza dell'ONU che ha approvato una risoluzione proposta dai Saud anche con l'appoggio del Venezuela e l'astensione unica della Russia. In Italia Contropiano tra i pochi a schierarsi contro questa risoluzione http://contropiano.org/internazionale/item/30230-yemen-l-onu-benedice-la-guerra-saudita-la-strage-continua

    RispondiElimina
  2. Molto grave l'atteggiamento del Venezuela. Molte cose negative se ci fosse stato Chavez, di certo, non sarebbero successe. Attilio pensio di scrivere un articolo su questo tema ?

    RispondiElimina
  3. Estou realmente muito feliz por minha vida; Meu nome é Sonia Stevens Eu nunca pensei que eu vou viver na Terra antes do ano acabar. Eu tenho sido vítima de uma doença mortal (HIV) nos últimos 5 anos; Eu tinha passado um monte de dinheiro indo de um lugar para outro, de igrejas para as igrejas, os hospitais têm sido cada minha residência dia. verificações constantes até ter sido meu hobby não até o mês passado, eu estava procurando através da internet, eu vi um testemunho de como DR. Ben ajudou alguém na cura de sua doença HIV, rapidamente eu copiei o seu e-mail que é (drbenharbalhome@gmail.com) .Eu falei com ele, ele me pediu para fazer algumas certas coisas que eu fiz, ele me disse que ele está indo para fornecer o ervas para mim, o que ele fez, então ele me pediu para ir para exame médico depois de alguns dias após o uso do remédio herbal, eu estava livre da doença mortal, ele só me pediu para deixar o testemunho por todo o mundo, fielmente am fazê-lo agora, irmãos e irmãs por favor, ele é grande, eu devo a ele na minha vida. se você está tendo um problemas semelhantes apenas e-mail ele em (drbenharbalhome@gmail.com) ou simplesmente WhatsApp-lo em: + 2348144631509.He também pode curar doenças como câncer, diabeties, Herpes. Etc. Você pode alcançar-me no e-mail: soniastevens1995@gmail.com

    RispondiElimina


  4. Ellen Jane Mi nombre es kesby karen desde Canadá estoy muy feliz de dar testimonio
    de este gran hechizo lanzador Dr. Charles que me ayudan a curado mi enfermedad del
    VIH. He estado sufriendo de esta enfermedad por el VIH desde hace más de 5 años y me he encontrado know curar, por hasta este día bendito estaba navegando a través de Internet y vi a una mujer de testificar acerca de este gran poderoso hechicero Dr. Charles que le ayudaron a curar su VIH enfermedad con una cura a base de hierbas. Y también me puse en contacto lo Dr Charles y yo explico toda mi problema con él y me dijo que no me preocupara que él va a ayudarme a preparar un medicamento a base de hierbas para mí y después de eso, él me dijo que me enviará un aceite que voy a utilizar para curar mi enfermedad del VIH y sobre el aceite, hay algunas reglas que voy a seguir en el uso del petróleo, y me pusieron junto a él, y después de usar el aceite me sentí el cambio en mí y yo fuimos para revisión médica y el médico me dijo que yo estoy curado de la enfermedad del VIH y yo estaba muy feliz ahora que estoy libre de la enfermedad del VIH y la mujer mencionó que Dr Charles también pueden curar estas enfermedades mortales llamados cáncer, diabetes, sífilis, herpes, Ahora estoy diciendo que cualquier persona que sufre de cualquiera de esta enfermedad mortal debe ponerse en contacto con esta poderosa gran lanzador de hechizos a su correo electrónico: hivspelltemple@gmail.com o contactar con él a través de: hivspelltemple@gmail.com WhatsApp en imo 2348103753977

    RispondiElimina